Il sogno delle farfalle


Quando a sognare si è in due, può accadere anche questo.

Sono su una collina verde, il cielo è limpido e volano le farfalle.
Ci sei anche tu.
Corriamo fra loro, stupende e colorate, con una mano tieni me e con l’altra un aquilone.
Corriamo fino allo sfinimento, per poi lasciarci cadere sul prato.
Abbiamo corso, ci siamo buttati a terra senza lasciarci la mano.
Abbiamo ridisceso la collina, alcune farfalle si sono posate su di noi.
C’è un fiume, dei fiori, delle nuvole.
Allora ti dico: “Vorrei che fossimo farfalle e vivessimo tre soli giorni d’estate – tre giorni così, con te, sarebbero più colmi di delizie di quante ne potrebbero contenere cinquanta anni di vita ordinaria”.
Una lacrima si posa sul bordo dei tuoi occhi.
Una farfalla ci ha ascoltati, abbiamo due paia di ali, possiamo volare ovunque vogliamo.
Anche se per me non ha importanza il dove.
Giriamo per i fiori, il pianeta, l’universo, ogni singola stella e alla fine diventiamo stelle noi stessi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...